VIVERE IN ASSISI

UN VIAGGIO NEL MEDIOEVO CON FRANCESCO, UOMO DELLA SPERANZA

Coming soon

Aspettando l’VIII edizione

GANGI

Un borgo d’arte, storia, saperi e sapori

Tenacemente arroccato alle pendici del monte Marone, quasi fosse un’austera roccaforte, si rivela improvviso allo sguardo del visitatore il suggestivo paese di Gangi. Patria di Salerno e di Vitali, di Gaspari Vazzano, di Quattrocchi e di tant’altri insigni luminari (F.P. Polizzano, Ripatriata), Gangi si erge a solitario cavaliere degli ultimi lembi delle Madonie dominando la valle che si apre attorno ad esso. In verità l’Etna, la “montagna sacra” per noi siciliani, sembra fargli da compagna col suo maestoso cono fumante in questo impareggiabile quadro naturale.

Il nome di Gangi compare da sempre nella letteratura archeologica per essere stata, sulla base di una assonanza onomastica connessa all’antica Engyon, la mitica città di fondazione cretese citata da Diodoro (IV, 79-80) e famosa nell’antichità per il tempio e il culto delle Dee Madri. Il fascino esercitato dal racconto diodoreo su appassionati e studiosi ha fatto sì che, nel prosieguo di tempo, Engyon fosse localizzata nel territorio di Gangi.

Gangi registra una storia più documentata sotto la dominazione greca, romana, araba e normanna. Nel Medioevo divenne feudo della famosa famiglia dei Ventimiglia. Nel Settecento, grazie ad alcuni grandi mecenati e alla prestigiosa Accademia Arcadica degli Industriosi, luogo di incontri di numerosi artisti e letterati, Gangi divenne un rinomato centro culturale e punto di riferimento per la cultura siciliana. Ancora oggi si respira questo dinamico clima culturale che, nell’atmosfera suggestiva del centro storico e nell’accoglienza calorosa degli abitanti del luogo, trova lo scenario naturale per lo svolgimento di feste tradizionali ed eventi turistico-culturali, che offrono ai numerosi viaggiatori un’ampia possibilità per godere a pieno il “buon vivere italiano”.

La vocazione agricola e zootecnica di Gangi, praticata e condotta nel rispetto dell’ambiente e della genuinità, si rispecchia in una cultura alimentare che ha nel cibo di qualità la principale caratteristica. I formaggi, i dolci De.Co., il vino dei vigneti locali, le carni di ogni tipo contrassegnate dal marchio di qualità, già da soli possono essere l’occasione per trascorrere un week end alla riscoperta di quella cucina tradizionale che la diffusione dei fast-food e dei piatti surgelati ha fatto perdere.

Il Comune di Gangi, grazie a iniziative “virtuose” che ha messo in atto negli anni, ha ottenuto l’idoneità a far parte del prestigioso Club “I Borghi più belli d’Italia”, di vincere il Concorso “Gioiello d’Italia 2012”, di essere proclamato “Borgo dei Borghi 2014” all’interno del concorso indetto da un noto programma televisivo RAI e di essere inserito tra “Les plus beaux villages de la Terre”, cioè tra i trecento borghi più belli della Terra.

 

Visita il sito del Comune di Gangi.

La Manifestazione

GANGI TORNA A VESTIRE MEDIEVALE CON L’VIII EDIZIONE DI VIVERE IN ASSISI

slide06


Vivere in Assisi, un viaggio tra terra e cielo

Esiste un posto, dallo straordinario fascino medievale e dagli incantevoli scorci naturali, raggomitolato in cima a un monte nel cuore delle Madonie. Un posto in cui uomini e donne sussurrano storie di millenni e identità e tradizioni non si stancano di mantenere negli anni il loro vigore.

Vivere in Assisi, è considerata uno degli eventi storici più belli della Sicilia e, in Italia, la madre delle manifestazioni itineranti medievali. Essa, con cadenza biennale, per la maestosità organizzativa, ripercorre la vita e il messaggio di San Francesco d’Assisi attraverso un singolare connubio tra teatro, arte e musica, nel suggestivo scenario del Borgo più bello d’Italia.

Dal 24 al 27 settembre, in prossimità della festa del Patrono d’Italia, il borgo medievale di Gangi, con le sue bellezze architettoniche rimaste immutate nel corso del tempo, diventa il grande palcoscenico di un autentico teatro sotto le stelle. La storia si fa arte in uno spettacolo emozionante e coinvolgente che fa risplendere, in una singolare sinergia, il fascino del creato e il messaggio del suo Creatore attraverso la vita e la voce del poverello di Assisi.

Sarete voi i protagonisti di un cammino che scavalca i secoli e attraversa i vicoli acciottolati alla scoperta dell’altro e dell’Alto. Un salto nel Medioevo rivivendo frammenti di vita, odori e sapori, colori e suoni del XIII secolo. Un’autentica esperienza da vivere proprio qui, nel centro del Mediterraneo.

Iscriviti alla Newsletter


Tieniti informato su tutte le novità della nuova edizione

VIII EDIZIONE

PROGRAMMA

DATE & ORARI

- giovedì 24 settembre (inizio ore 20.00)

- venerdì 25 settembre (inizio ore 20.00)

- sabato 26 settembre (inizio ore 19.00)

- domenica 27 settembre (inizio ore 19.00)

INGRESSO MANIFESTAZIONE

Piazza San Paolo

INFO

Per assistere alla manifestazione è necessario acquistare un biglietto che andrà esibito all'ingresso della città nella giornata e per l'orario in esso indicato.

TICKETS

ticket

I biglietti della manifestazione saranno disponibili tra qualche mese. Vi ricordiamo che Vivere in Assisi andrà in scena da giovedì 24 a domenica 27 settembre. Potrete acquistare i biglietti direttamente online, verificando in tempo reale i posti disponibili nelle varie fasce orarie e procedendo all’acquisto, cliccando qui. In alternativa sarà possibile acquistare i biglietti a Gangi in box office (Ufficio Turistico, piazzetta Zoppo di Gangi).

PARTNERS & SPONSORS

Institutional Partners

Cooperation Partners

Technical Partners

CONTATTACI

Richiedi informazioni

Form contatti

Nome e Cognome *

Email *

Recapito telefonico

Oggetto

Il tuo messaggio

Codice di Sicurezza

captcha

Indirizzo

Cortile Bianchi-Via Castello
90024 Gangi (Pa)
Italia

STAFF

+39 339.8604004
(dalle ore 9,00 alle 19,00)
info@vivereinassisi.it
www.vivereinassisi.it

Dove siamo